KEEP UP

KEEP UP with Reti: i nostri dossier su politica, attualità e istituzioni 

Le evoluzioni dello scenario politico istituzionale, le innovazioni legislative e le loro ripercussioni su economia e società sono la nostra passione, ma anche gli elementi che quotidianamente presidiamo per guidare i nostri Clienti nel complicato mondo della decisione pubblica. Da qui nasce l’idea di Keep Up With Reti, l’approfondimento periodico a cura del team Public Affairs, per analizzare e commentare i principali dossier rilevanti nell’ambito del dibattito politico nazionale… e non solo! 

Seguici per rimanere informato!

KEEP UP #6

Ddl e decreti-legge: un esame parlamentare sempre più diverso

L’esigenza di sbloccare alcuni dossier prioritari per il Governo è talmente pressante da aver spinto il Presidente Draghi a convocare d’urgenza il Consiglio dei Ministri per rappresentare “la necessità di procedere, pur nel rispetto delle prerogative parlamentari, a una celere approvazione delle riforme collegate all’attuazione del PNRR”, in particolare della Legge annuale per il mercato e la concorrenza. Il timore del Premier è vanificare gli sforzi sinora compiuti e perdere la possibilità di ricevere le prossime tranche di finanziamento prevista dal Next Generation EU, il punto principale del programma del Governo di cui è alla guida.
[
continua a leggere]

KEEP UP #5

Parità di genere: una crescita inclusiva per il Paese

Agli uomini e alle donne, senza distinzione, le Carte che regolano la vita della società moderna riconoscono eguali diritti, libertà e dignità sociale. La nostra Costituzione stabilisce che spettano alla donna lavoratrice, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore e che i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza. Alla parità di genere, insomma, è attribuito un titolo di diritto fondamentale individuale e sociale. Ma questa, oggi, declinata in termini di diritti e accesso alle risorse economiche, naturali e tecnologiche, nonché alla piena ed efficace partecipazione delle donne al mercato del lavoro e alla pari opportunità di leadership a tutti i livelli decisionali politici ed economici, è indiscutibilmente considerata fattore abilitante per la crescita, tanto da essere inclusa tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.
[continua a leggere]

KEEP UP #4

Economia e istituzioni alle prese con la “crisi dei semiconduttori”

La “crisi dei semiconduttori”, i principali materiali che compongono i circuiti elettronici, è diventata espressione ricorrente e tema di discussione nell’arena politica. Ormai dal 2020, infatti, una gravissima carenza di microchip (o chip, più semplicemente) ha colpito numerosi settori industriali. Per fronteggiare questa situazione, e per porre rimedio a degli squilibri di mercato che determinano conseguenze anche sul piano geopolitico, sono state lanciate iniziative a livello europeo e nazionale. L’obiettivo è quello di costruire una “sovranità tecnologica” che metta interi segmenti di mercato al riparo dalla dipendenza in settori strategici per lo sviluppo dell’economia europea.
[continua a leggere]

KEEP UP #3

Cybersicurezza: necessità urgente e fattore abilitante per la crescita

“Dobbiamo liberarci dalla dipendenza dalla tecnologia russa, […] per esempio quella dai sistemi antivirus prodotti dai russi e utilizzati dalle nostre pubbliche amministrazioni che stiamo verificando e programmando di dismettere, per evitare che da strumento di protezione possano diventare strumento di attacco”. È quello che ha dichiarato in una recente intervista al Corriere della sera, Franco Gabrielli, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – Autorità Delegata per la Sicurezza della Repubblica.
[continua a leggere]

KEEP UP #2

Trasferimenti in contante e transizione verso i pagamenti digitali

La legislatura in corso ha rappresentato un momento di svolta sul fronte della transizione verso nuovi meccanismi di pagamento. Il Piano Italia Cashless – messo a punto dal Governo Conte per incentivare l’uso dei pagamenti senza contante, ovvero con carte di credito, debito e app – ne è l’esempio. Si è trattato di un Piano che ha avuto nel programma Cashback, prima sospeso e recentemente cancellato, lo strumento più sostenuto, da una parte, e contestato, dall’altra. Italia Cashless è nato in nome della digitalizzazione, della semplificazione e della lotta all’evasione. Una lotta, questa, che negli anni si è ritenuto di condurre anche mediante interventi sul limite ai trasferimenti in contante. Interventi che, però, hanno seguito un andamento schizofrenico.
[continua a leggere]

KEEP UP #1

L’aumento del costo dell’energia: la tempesta perfetta

All’alba del nuovo anno sembra essersi abbattuta sull’Europa una tempesta perfetta di cui manifestazione tangibile è l’aumento dei costi dell’energia e il conseguente “caro bollette”. I dati dell’ARERA, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, certificano nel primo trimestre 2022 un aumento del costo per l’energia elettrica per la famiglia tipo italiana pari al +55% per la bolletta dell’elettricità e al +41,8% per quella del gas rispetto al trimestre precedente​. Si tratta di aumenti verificatisi al netto degli interventi finora messi in campo dal Governo, ragion per cui il Consiglio dei Ministri è costretto a tornare sul tema con un nuovo provvedimento. [continua a leggere]